Fra’ Giuseppe, il “tallonatore” di Dio

FERMENTI CATTOLICI VIVI

Fra_Giuseppe_01Giuseppe, il frate che gioca a rugby e confessa in spogliatoio. 26 anni, gioca nel Clan Catanzaro Rugby e sostiene vivamente San Paolo “Lo sport è un esercizio sia fisico sia spirituale. La chiesa non può che appoggiare questo tipo di cammino”

In campo placca e tallona, nello spogliatoio consiglia e unisce. E’ la storia di Giuseppe Laganà 26 anni, giovane frate dell’Ordine dei Minimi di San Francesco di Paola, riportata su ilLamentino.it del 28 maggio.

Oltre alla vocazione religiosa, Giuseppe, ha la passione per il rugby infatti è un giocatore del Clan Catanzaro Rugby, team che milita in serie C1. Da diversi anni è anche frate e chierico-studente presso la Comunità Parrocchiale di Santa Croce. Dopo la messa domenicale fra Giuseppe ripone l’abito religioso buttandosi (con il ruolo di “tallonatore”) nelle violente mischie con i colori del suo Catanzaro.

Fra Giuseppe ha iniziato a giocare a rugby a 13…

View original post 391 more words

Standard

“Io conosco una sola medicina che può salvare l’uomo dalla notte della ragione. La fede!”

FERMENTI CATTOLICI VIVI


“Io conosco una sola medicina che può salvare l’uomo dalla notte della ragione. La fede!”
questa bella affermazione, è in un’intervista di “Eliseo del deserto“, una bella intervista rilasciata a Don Salvatore Lazzara che ho appena finito di leggere e che condivido appieno nei toni e nei contenuti.

Nei prossimi giorni il Parlamento italiano lavorerà sull’approvazione di una legge che tocca temi cari a tutto il popolo cattolico e non.

mano-in-preghiera La “preghiera delle cinque dita” di Papa Francesco

In particolare oggi in Commissione Giustizia, in sede referente, si discuterà del disegno di legge Scalfarotto. Un disegno di legge che prevede la pena della reclusione da 1 a 4 anni per chi compie atti discriminatori “fondati sull’omofobia e sulla transfobia”.

Due termini molto vaghi che mettono a rischio la libertà di pensiero e la libertà personale di qualsiasi persona contraria al matrimonio tra omosessuali.

Ecco un link…

View original post 139 more words

Standard

“Credo con forza che Gesù sia l’unico Dio e voglio testimoniare Cristo nella mia vita”

da leggere tutta d’un fiato

FERMENTI CATTOLICI VIVI

Sumita01Sumita una giovane donna indiana e la fede in Cristo scoperta grazie a un rosario

Mumbai (AsiaNews) – Un piccolo rosario trovato dentro casa: inizia così la conversione al cattolicesimo di Sumita Jagatap, indù e praticante in uno studio legale di Mumbai. Figlia di madre indù e padre buddista, la donna vive da sempre rapporti conflittuali, dentro e fuori la propria famiglia: la diversa religione è spesso motivo di scontri e litigi tra i genitori, che hanno ripercussioni anche sui figli. Sumita cresce inquieta, senza veri punti di riferimenti, e porta queste insicurezze anche nel proprio matrimonio, che durerà appena sette giorni.

“Nel 2004 – ricorda Sumita ad AsiaNews – mia madre diventa seguace del famoso guru indù Swamiji e partecipa a ogni suo raduno, nella speranza di portare la pace nella nostra famiglia. Sono sempre stata molto legata a lei, così l’ho seguita e sono diventata anch’io…

View original post 454 more words

Standard

Giancarlo

Giancarlo

Image